Questa grassa grossa melograna di Faenza

Con il patrocinio del Comune di Faenza
Associazione per la Torre di Oriolo
Agenzia regionale prevenzione e ambiente
Comunità del cibo di Oriolo

UN FRUTTO DEL PASSATO 

PER IL NOSTRO FUTURO!

Questa grassa grossa melograna di Faenza

8 . 9 Novembre 2014
Punto ristoro con creazioni a base melograno
a cura del ristorante San Biagio Vecchio.
Concorso del melograno più grosso.  Mostra granatologica.
Convegni.Mostra ceramica.
 
<Mëla garnera>, s.f. Melagrana, o Melagranata. Frutto notissimo, il cui fiore chiamasi Balausto, i grani Chicchi,        
e la scorza Malicorio.  Antonio Morri, 1840
“Eravamo nella stagione in cui i cefali delle Valli di Comacchio sono ottimi in gratella, col succo di melograna… e in quanto ai cefali vi dirò che quando io ero nella bella età in cui si digeriscono anche i chiodi, la serva ci portava questo pesce in tavola con un contorno di cipolle bianche tagliate in due, arrostite in gratella ed anch’esse condite con olio, sale, pepe e succo di
melagrana”. Pellegrino Artusi, 1891

SABATO 8 NOVEMBRE 2014

Ore 9:30 – Saluti delle autorità
Ore 10:00 – CONVEGNO
 – Osservatorio sulla biodiversità regionale,
a cura di Sergio Guidi (responsabile biodiversità Arpa Emilia Romagna).
– L’iscrizione della Grossa di Faenza al   Repertorio regionale, a cura di Marisa Fontana
(esperta di biodiversità).
– La simbologia del melograno nell’arte e nella cultura, a cura di Italo Balducci.
– Il melograno in Romagna: ipotesi, valutazioni e prospettive, a cura di Moreno Toselli
(ricercatore Università di Bologna).
Modera: Antonio Venturi
(dirigente della Provincia di Ravenna)
Ore 11:30 – Inaugurazione MOSTRA “GRANATOLOGICA”
Grazie alla collaborazione con Arpa Emilia Romagna, una mostra di vecchie varietà di melagrane da tutt’Italia.
In accompagnamento, mostra fotografica di patriarchi della natura, e mostra ceramica con opere dei ceramisti faentini a tema melograno.
Dalle ore 11:00 alle ore 17:00
Punto ristoro con creazioni culinarie a cura di Igor Morini del ristorante San Biagio Vecchio.
Ore 15:00 – VISITA GUIDATA
I graditi ospiti interessati saranno accompagnati in visita alla mostra granatologica, con letture di zirudèle al focolare con Mario Gurioli e Roberto Amadio.
Ore 16:00 – DEGUSTAZIONE GUIDATA
Degustazione guidata di alcune varietà antiche di melograno a confronto con varietà moderne.
Ore 18:00 – CHIUSURA TORRE E MOSTRA
Dalle ore 17:30 alle ore 20:30
Aperitivo a base melograno con show cocktail a cura di Marco del Porteno di Imola.
Accompagnamento a cura di DJ Barnaba.

DOMENICA 9 NOVEMBRE 2014

Ore 10:00 – APERTURA TORRE E MOSTRA
Ore10:00 – CONCORSO
 “IO CE L’HO PIU’ GROSSA”
I detentori di melograni di tutta Italia potranno partecipare al I concorso nazionale che decreterà la melagrana più grossa.
Iscrizioni  dalle ore 9.00 sul posto. REGOLAMENTO
Dalle ore 11:00 alle ore 17:00
Punto ristoro con creazioni culinarie a cura di Igor Morini del ristorante San Biagio Vecchio.
Ore 15:00 – VISITA GUIDATA
I graditi ospiti interessati saranno accompagnati in visita alla mostra granatologica, con letture di zirudèle al focolare con Mario Gurioli e Roberto Amadio.
Ore 18:00 – CHIUSURA TORRE E MOSTRA
In questi due giorni i ristoranti e agriturismi della Torre di Oriolo aderiscono alla manifestazione
realizzando piatti a tema melograno.
Possibilità di pernottamenti presso le strutture
ricettive associate alla Torre.
Informazioni e contatti: www.torredioriolo.it

L’evento si svolgerà in una tensostruttura riscaldata, anche in caso di maltempo.

Foto: La protagonista della nostra prossima manifestazione.

 

Tags

Condividi la notizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields marked with an asterisk.

Send